Home » Space fan

Space fan

Orvietan Case for Mars

Orvietan Case for Mars - Carlo Artemi Sito personale

Nei  file allegati un video che mostra un  idea dettagliata con tanto di budget per una missione umana su Marte A causa dellei novità che si susseguono nel corso degli anni questa idea è stata continuamente aggiornata. Il file OCM 2013 era la prima versiuone in quello OCM 2016 c'era la seconda Quella presente  anche su Amazon.com con il titolo Orvietan Case for Mars

 

In attached file there is a video, showing a detailed idea , including budget , for a manned mission to Mars Because of continuous news on space field this idea has had different versions. In file OCM2013 was the first version in OCM2016 the second,, Video is refering to actual version present s on Amazon.com too with title Orvietan Case for Mars too

 


La  costruzione di una base permanente su un altro pianeta, sia pure di piccole dimensioni, è qualcosa di mai fatto prima nella storia dell'umanità. E perciò ovvio che l'adozione di nuove tecniche di costruzione sarà assolutamente utile se non indispensabile. In particolare sarà utilissimo tutto ciò che consentirà di diminuire il peso degli oggetti da portare sulla superficie marziana.

Nel OCM è prevista l'utilizzazione di una serie di tecniche mai utilizzate prima, almeno in contesto spaziale, ma già sperimentate oppure allo studio, quindi,  senza la pretesa di voler insegnare delle cose a chi ne sa più di me o di dire cose assolutamente originali,  elenco le tecniche stesse.

 

Utilizzazione di moduli gonfiabili per costruzione di abitazioni con possibile ricaduta sulle tecnologie antisismiche

 

utilizzazione di materiali ultraleggeri, come aerogel rinforzati con fibre di carbonio o altri simili, per la costruzione delle suppellettili di abitazioni marziane in modo da renderle il più leggere possibili 

 

utilizzazione di strati di paraffina opportunamente posizionati a scopo schermo dei raggi cosmici provenienti dal Sole

 

utilizzazione di pannelli solari multifrequenza con apparati di conversione IR-luce visibile e con sistemi meccanici di rotazione del pannello tali da mantenere lo stesso sempre puntato verso il Sole ( già presente per questo obiettivo il brevetto di una azienda italiana)

 

utilizzazione di cibo artificiale in grado di fornire agli abitanti della base marziana tutti gli elementi che debbano essere presenti in una alimentazione equilibrata ( alcuni prodotti del genere sono già in commercio) a scopo riduzione del peso delle vivande da portare su Marte

 

utilizzazione delle basse temperature presenti sulla superficie di Marte come un frigorifero naturale per conservazione cibi evitando l utilizzo di frigoriferi e dispense

 

sviluppo di tecniche per utilizzare le risorse presenti sul suolo marziano al fine di realizzare un'agricoltura su quel pianeta

 

utilizzazione delle stesse risorse per costruzione di abitazioni marziane o di parti di esse senza dover portare materiale dalla Terra

 

Oltre che nella costruzione della base l'utilizzazione di tecniche nuove è importantissima  nello svolgimento dei lanci. Per questo l OCM prevede

 

l'utilizzazione della propulsione nucleare in un forma già sperimentata ampiamente a terra negli anni 60 e poi ampiamente studiata nei decenni seguenti. Usando la propulsione nucleare si può, raggiungere velocità molto più elevate, rispetto alla propulsione chimica, utilizzando lo stesso peso di combustibile oppure raggiungere la stessa velocità con un consumo di combustibile molto minore.

 

Un sistema di espulsione dei reattori nucleari dopo l uso per ridurre al minimo il pericolo di contaminazione radioattiva degli astronauti e del materiale

 

l uso di un sistema di gravità artificiale che prevede sia la rotazione su se stesso del modulo che porta gli astronauti dall'orbita terrestre a quella marziana, sia l'utilizzazione di scarpe a suola magnetica su un pavimento del modulo abitativo ricoperto da un sottile strato di materiale ferromagnetico.

 

Usare dei propulsori chimici metano-ossigeno liquido con combustibili prodotti sulla superficie di Marte per il modulo che porta gli astronauti dall'orbita marziana alla superficie di Marte

 

 

Lobbysta spaziale

Da diversi anni faccio parte della National Space Society ( www.nss.org ) un ente americano che fa attività di lobbying in favore di tutte le iniziative che riguardano lo spazio e l'Astronautica . In particolare organizza ogni anno la ISDC International Space Development conference , conferenza aperta a tutti gli aspetti delle attività spaziali . Per dare un'idea del mio contributo riporto nel file allegato uno scambio di email tra il sottoscritto e il Sen. Bill Nelson avvenuto nell ambito del Legislative Blitz iniziativa che si tiene ogni anno in cui la NSS contatta politici americani per ottenere sostegno al budget della NASA e simili

 

From many years i am a member of National Space Society (www.nss.org) an America space lobby US based but present in many countries. It organize every year ISDC International Space development Conference , a conference where every aspect of space activity ( from space exploration, to Astrophysics, to space industry and so on) is treated . I had presented several talks to these conferences. NSS organized the Space Legislative Blitz too. It is a series of meetings that some members of NSS take with representative of both parties. I haven't partecipate to theese meetings but you can read, in the followuing file, mails passed between me and Se, Bill nelson about improving NASA budget 

billnelson billnelson [57 Kb]

Scienza dei cittadini spaziale


 

Tra le attività di ricerca a cui partecipo ce ne sono diverse nell ambito della scienza dei cittadini che riguardano lo spazio e più precisamente l'Astrofisica

 

Il progetto Galaxyzoo è un progetto in cui una comunità online analizza immagini di galassie provenienti da un database contenente milioni di queste immagini . Il partecipante al progetto deve effettuare una classificazione morfologica delle Galassie i cui risultati andranno a far parte di un altro database analizzato dagli astrofisici professionisti . Questa collaborazione ha prodotto decine di pubblicazioni su prestigiose riviste.

Analogamente nel progetto Planethunters si analizzano curve di luce di stelle riprese dal telescopio spaziale Kepler con lo scopo di identificare pianeti appartenenti a sistemi solari diversi dal nostro . Anche questa collaborazione ha ottenuto notevoli risultati . Il progetto Milkway invece analizza foto all infrarosso della nostra galassia riprese dal telescopio spaziale Spitzer , lo scopo è quello di identificare oggetti come bolle di gas collegati ad eventi di nascita delle stelle . Il progetto Planet Four analizza foto della superficie del pianeta Marte riprese dal MSL è lo scopo è di identificare sulla superficie la presenza di macchie e marcature di fenomeni geologici in genere

 

Among the research activities in which I participate, there are several citziens science projects involving Astrophysics .

GalaxyZoo is a project in which an online community analyzes images of galaxies from a database containing millions of these images. The project participant must carry out a morphological classification of galaxies whose results will be part of another database analyzed by astrophysicists professionals. This collaboration has produced dozens of publications in prestigious journals.

Similarly in the project Planethunters analyzing light curves of stars shooting from the Kepler space telescope in order to identify planets belonging to solar systems other than our own. Although this cooperation has achieved remarkable results. One of these, discussed in popular newspapers too, has been the discorvery of a star occulattion so strange to be able to be explained as effect of megastrucutres built of an alien civilitazion. The project Milkway instead analyzes infrared photos of our galaxy taken by the Spitzer Space Telescope, the aim is to identify objects such as gas bubbles relate to the events of the birth of stars. The project Planet Four studies photos of the surface of planet Mars taken from MSL is the purpose is to identify the presence of spots on the surface and markings of geological phenomena in general, In another project, Warp Drive, identification of grativational lenses is attempted always by seeing many photo

 

 

 



 

 

 





 

 

 

Carlo Artemi Sito personale

Carlo Artemi Sito personale